Il Lupo di Muggia

5 maggio 2018

Alcuni tracciati sono destinati ad essere dei “classici”.
I racconti “Boschetto di Muggia” e “Sponsored by Anna” hanno già degli estimatori che non si sono lasciati sfuggire questa ripetizione MIB.

La gita inizia come una barzelletta: “Su una barca ci sono un olandese, un inglese pentito ed un MIB, vestiti in mutandoni”.
I Tre passeggeri iniziano la giornata godendosi (?) la bora sul ponte del Delfino Verde disquisendo della geologia muiesana.

(c) TriesteTrasporti

I tre personaggi non sono casuali. Future contaminazioni ciclistico-culturali sono all’orizzonte.

Prima tappa? Pausa caffè in piazza a Muggia con kourabiedes.

(c) Anonimo

Seconda tappa? Pit-stop meccanico sul lungomare per malfunzionamento deragliatore, senza risolvere il problema.

Terza tappa? Perdersi dentro Porto San rocco. Uscirne, non è uno scherzo…abbiamo dovuto farci guidare da un residente del posto.

Quarta tappa? Zindis….Zindis??? Chi non conosce Zindis?

(c) Wikipedia

Qui abitava l’Arciduca d’Austria, Lodovico Salvatore d’Asburgo (articolo e video) e qui decide di smollarsi una vite strutturale della bici di Mr. Photo, subito sostituita da due fascette da elettricista.

Quinta tappa? L’iconica salita impossibile (video)! Già nell’aria si sentiva la musichetta dei Muppet Show quando è successo l’imprevedibile. Senza che Mr. Orange se ne accorgesse, sotto l’impeto dello sforzo e della concentrazione per la salita, il Lupo di Muggia ha sferrato il suo attacco al polpaccio del malcapitato.

(c) Prof

Caduta assicurata e fiera svanita nel nulla, più veloce di un battito di ciglia. Il suo morso a denti larghi (32 denti d’acciaio) è stato medicato con cerotti del 1982 e salviettina umidificata, ormai senza umido, offerti dal Prof.

Sesta tappa? Forte Olmi, oggi in vendita. Mr. Photo già fantastica su acquisto e lavori di ristrutturazione.

Settima tappa? Muggia vecchia, ove ci aspetta il “quarto uomo”, ovvero parentela varia di Mr. Photo che ci ospita in campagnetta per un brindisi primaverile. Guarda caso, per pura coincidenza, stiamo percorrendo la traccia “Sponsored by Anna” al contrario, grazie agli ammanicamenti giusti….La villa  con cannoni è a pochi metri di distanza…

(c) Il Piccolo

…e la chiesetta di San Sebastiano accoglie le nostre stanche membra.

(c) Parrocchia di Santa Maria Assunta

Tappone finale? Ma ovviamente la crème-de-la-crème del territorio triestino, il Canale navigabile, ormai meta d’obbligo per la foto coi cigni reali…

(c) Mr. Photo

…raggiunti solo dopo aver risalito tutta la corrente del rio Ospo, dalla foce fino a Montedoro.

(c) Matteus Fer – Mapio.net

Totale chilometri? E chi lo sa….la bella giornata passata in compagnia non può essere riassunta in un solo numero.

Ma alla domanda “Che ci fanno assieme un olandese, un inglese pentito ed un MIB”, cosa rispondere?

Chi ci segue, lo scoprirà…

!
!
!
!

PS: si è capito che il Lupo di Muggia si chiama anche corona anteriore???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.