Una ventata di freschezza, nel caldo sole d’agosto

​26 agosto 2017

Dalla pagina MIB su Facebook, martedì arriva un messaggio da Erika: “Ciao! Sarei interessata a fare qualche giro qui nei dintorni di Trieste, anche nella vicina Slovenia. Fate giri che non sono cosi impegnativi tecnicamente? Fino ad un max. di 1000 m di dislivello?”

La nostra risposta: “Ciao, come forse avrai visto le nostre uscite sono molto varie, a seconda delle persone presenti si può fare sia XC che Enduro, in genere nei dintorni di Trieste e in Slovenia. Noi probabilmente usciremo questo sabato o domenica, se vuoi unirti sei la benvenuta!”
Erika: “Premetto che per la condizione nessun problema…ma ho un po problemi con la tecnica. Per esempio una cosa di mio livello sarebbero strade sterrate e di campagna, ma non sentieri difficoltosi dove si salta oltre sassi e radici 😄
MIB: “Nessun problema, quando vieni organizzeremo un giro “soft” 😉
Erika: “Ok😊 non vorrei pero rovinarvi i piani”
MIB: “Tariamo l’uscita su di te (e sul caldo)… probabile NAR (Nessuna Ansia di Ritorno)” 😉

Alla fine ritrovo sulla ciclabile, giornata calda già alle 9 del mattino, ma con una brezza piacevole… al ritrovo Cinci, Icefoot, Medioman, ma Erika non arriva… per un qui pro quo lei intendeva San Giuseppe downtown, noi San Giuseppe hinterland… nessun problema, l’incontro avviene!

Per tarare l’uscita sulla neo-aspirante MIB, la incastriamo con un interrogatorio degno di Derrick, durante il quale candidamente ammette di poter sostenere 50km e 1000m di dislivello, ma di voler evitare sentieri troppo scassati. Icefoot riflette, Cinci divaga, Medioman consiglia…
Si inizia saggiando le capacità di Erika sulla ciclabile; pedala agilmente e senza fatica… bene…
Il giro è deciso, da Draga si sale a Basovizza, da qui Osservatorio, bosco Igoviza, sentiero Ressel, Imperiale, Orlek, Sesana.

Erika non conosce questi sentieri e si lascia trascinare dai tre MIB.

Da Sesana la meta è Felipcje Brdo, nota sede distaccata dei MIB, ma per raggiungerla aggiriamo Smarje lungo il sentiero che porterebbe a Kreplje, lasciandolo solo quando intravediamo una bella rampa, tanto per far entrare anche Erika nel clima SburtanBike. Raggiunta Kriz, in un attimo si arriva all’agognato agriturismo di Irena.

Giusto in tempo prima di altri 8 ciclisti bagoloni triestini (che tenteranno di rubarci vivande e terrano, ma resisteremo strenuamente) e in attesa di una corriera di apicoltori sloveni.
Dopo 35 km di pedalate, affettati, pane imburrato, zucchine sotto aceto, formaggio e l’immancabile caffe alla turca con pentolona di panna sono un toccasana per la fame, un mattone per la ripartenza…

Il ritorno è già segnato, raggiungere Zirje e Povir permette di smaltire le calorie in eccesso, ma da qui dove andare? Fino a Divaccia il sentiero è più blando, ma tagliando per la sella di Strmec (che Erika ci segnala traducibile come “salita ripida e impestata”, o almeno così capiamo noi) si arriverebbe diretti a Lokev. Quale sarà la scelta? Ovvio!

A Lokev Erika riconosce una gostilna frequentata in famiglia, mentre i tre MIB riconoscono i sentieri che riportano tutti fino al casinò al confine di Lipizza (non essendoci Bussola che non riconoscerebbe la strada di casa).

Spontaneamente, senza velati commenti di nessuno, Cinci vuol festeggiare il genetliaco appena passato e cosa c’è di meglio se non quattro Coke dal benzinaio a pochi metri.

A Basovizza, in mezzo ad un gran traffico d’auto, ci si saluta dopo circa 50km e 1000m di dislivello… Cinci e Medioman andranno verso nord-ovest, Icefoot e Erika pedaleranno verso sud-est.

Com’è andata la neo-aspirante MIB?
Più che bene, qualche timore per inesperienza su alcune discese sassose e scassate, nessun segno di stanchezza o cedimento, un motorino in salita…

Benvenuta EriKat(erpillar)!


Distanza totale: 62.04 km
Altitudine massima: 527 m
Totale salita: 1122 m
Tempo totale: 07:59:58
Scarica

Flickr_MIB
Tutte le foto di questa uscita le trovate nel nostro album su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *