Giro fantasma

1 novembre 2016

Un po’ per la naturale ritrosia dei MIB a mettersi in mostra, un po’ perchè Medioman oggi ha dato forfait, questo giro post Hallowen è senza riscontro fotografico.
Cercheremo comunque di raccontarlo e farvelo immaginare…

Foto 1.
Da  sinistra a destra vedete Diesel, Duracell ed Icefoot che in piazza a Bagnoli partono per il ritrovo successivo ad Opicina. Le posizioni rimarranno tali dall’inizio alla fine; l’indemoniato cantierino si fa bello con il prossimo vincitore della Sella Ronda Hero solo per accaparrarsi un posto da gregario di lusso.

Foto 2.
Con Bussola e Cinci freschi e riposati, il quintetto sfreccia ad alte velocità nel sentierino divertente tra Villa Opicina e Borgo Grotta Gigante. Si nota l’espressione leggermente contrariata di una coppia di anziani a passeggio che perde l’equilibrio per lo spostamento d’aria.

Foto 3.
Sentiero Gemina da Rupinpiccolo. Nella impervia salita si vede chiaramente Bussola che si fa largo nel gruppo allargando scorrettamente il gomito e la gamba destra.

Foto 4.
Un incolpevole Icefoot, tumefatto e con varie escoriazioni, manda a quel paese l’ex amico.

Foto 5.
Bivio tra i sentieri 43 e 45 sopra Sales e Samatorza. In primo piano Duracell si congeda dal gruppo per sopraggiunti limiti di tempo; sullo sfondo Icefoot e Diesel discutono come due vecchie comari su come lambire il Monte San Leonardo.

Foto 6.
La scoperta del sentiero Skabar dai bolli bianchi e arancioni, condita da un po’ di sano sburtan bike, rende i quattro superstiti felici come bambini. Notare la gioia dei loro volti mentre sono intenti a destreggiarsi in questa discesa infida ma spettacolare. Il Prof sarebbe orgoglioso di loro…

Foto 7.
La faccia incredula e orgogliosa del Prof alla vista della foto 6

Foto 8.
Bivio a destra verso la Slovenia lungo una discesa veloce e scassante per Bussola, Cinci ed Icefoot.
Bivio a sinistra per un Diesel mesto e solitario costretto al rientro verso Samatorza e quindi a casa.

Foto 9.
Conca di Brje pri Komnu con tre carrarecce in bella evidenza. Solo una porta a Nadrozica, nostra prossima destinazione. Lo scatto è eloquente nel mostrare l’equipaggiamento e l’organizzazione MIB: Bussola consulta l’iPhone, Cinci consulta lo Smartphone, Icefoot consulta il Cartfon… ovviamente la strada giusta verrà trovata  solo al terzo tentativo!

Foto 10.
Il grigiore di antiche costruzioni ben si assembla con il pudore di due antichi MIB.

2016-11-04-at-10-43-31-pudore-mib

Foto 11.
A Volcji Grad la ricerca della strada giusta per Coljava non porta al risultato sperato. Per risparmiare sul rullino fare riferimento alla foto 9.

Foto 12.
Finalmente dopo aver passato Komen giungiamo all’agognata osmica di Coljava. Attorno alla tavola imbandita si può  notare il buonumore irrefrenabile dei 3 MIB; esso è dovuto sicuramente al terrano forte e deciso ma soprattutto alle continue battute e barzellette che il simpaticissimo gestore snocciola senza soluzione di continuità…

Foto 13
Nel lungo stradone verso Skopo e quindi Dutovljie, Bussola, Cinci ed Icefoot pedalano a ritmo infernale… curioso osservare le loro facce stupite quando vengono immortalati dall’autovelox…


Distanza totale: 85.58 km
Altitudine massima: 415 m
Totale salita: 2655 m
Tempo totale: 08:29:34
Scarica

2 pensieri su “Giro fantasma”

  1. le più belle foto dell’anno. E’ l’inizio di una nuova era informatica dove anche il fruitore dell’immagine è coinvolto nell’elaborazione dei dati facendo funzionare il cervello e la fantasia senza sofisticati hardware – complimenti

  2. Attenzione Cinci e Bussola, non è che con il bang sonico risolvete il problema pensionistico italiano a vostro favore, la pensione non la prenderete mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *