Giro dei cimiteri

15 novembre 2014

Halloween è passato da un pezzo, ma oggi avevamo bisogno di brividi…
Cimiteri, cadaveri, adrenalina, sfortuna…chi l’avrebbe detto che una giornata iniziata all’Antro di Bagnoli sarebbe finita così?

Beh, già la parola ANTRO non evoca nulla di buono… quindi subito ci facciamo una foto scaccia superstizione…

IMG_1359

L’idea è chiara, collegare i cimiteri di San Dorligo-Dolina, Caresana, Osp e Tinjan in un unico giro.
L’idea piace a tutti: Medioman, Cinci, Bussola, Maverick…Prof apre le danze con la veloce salita scaldamuscoli verso la prima tappa, il cimitero di San Dorligo.
E’ lì il punto di partenza del sentiero “Bosco tre confini”, parte del sentiero dedicato alla memoria di Paola Rizzi (tanto per rimanere in tema).

IMG_1360

E la traccia non ci tradisce: brividi (ma di gioia) percorrono le schiede dei MIB lungo il single-track, ora ben pulito, attraverso 3 impluvi pieni d’acqua. Le valli, in profonda erosione, sono rese viscide dalla pioggia caduta la notte, rendendo poco affidabile il fondo…nuovi brividi, ma di tensione!
Bussola è in preda ad un attacco di pazzia: siamo partiti da poco, ma lui è già euforico ed esalta la magnificienza di tale creato, anche se pieno di fango…(durante la settimana, la vita in Generali deve essere davvero dura!).

2014-11-15 09.36.11

Maverick invece, perde il contatto con la realtà, oltre che all’orientamento, allontanandoci da Bagnoli, stiamo uscendo dalla copertura del suo raggio gps mentale…sta entrando in un VERO mondo sconosciuto (di nuovo brrrrrrrrrrrr…).
Dal cimitero di Caresana, ci lanciamo nel bel sentiero a zig-zag verso la valle dell’Ospo, ma…ORRORE…la testa di una lepre aspetta il nostro passaggio, a memoria di ignoti malefici…le ruote devono evitare le budella…credo nessuno volesse perdere tempo a pulire corona e pignoni dai caldi tessuti… L’autore di un simile squartamento ci è ignoto…ma si sà, la Natura è tremenda.
Giunti in fondo valle, l’euforia di Bussola è incontenibile…la sua faccia sembra un flipper…ogni suo elemento si muove sconclusionatamente, a causa dell’entusiasmo… Strano che nessuno, in quel momento, si fosse preoccupato.
Medioman finora è rimasto sempe taciturno… presagiva forse i malefici influssi di una giornata storta?
Attraversiamo il confine sloveno sul ponte dell’Ospo e risaliamo il fiume. Maverick decide di spalmarsi ben bene le gambe di fango quale rito scaramantico…

IMG_1371

Il Prof impone una pausa ad ammirare l’architettura spontanea della valle: in onore degli ignoti costruttori, percorre non senza pericolo una passerella di viscido legno, ancora due pedalate ed il cimitero di Osp è raggiunto.

2014-11-15 10.18.42

Ma l’ignoto ancor ci attende…dobbiamo seguire la traccia GPS lungo il bosco di Vignano, pianificata con cura…

Il Prof non si rassegna alla sconfitta patita due settimane fa proprio in quei boschi.
Medioman si ferma, scende, e ci fa capire di aver bucato…sull’asfalto???.
Medioman non bucava da due anni. Strano…(una spettrale risata risuona nella valle)…ma che sta succedendo?
Per imbrogliare la sfortuna, assembla la ruota seguendo un rito solo a lui noto…prima gonfia la camera d’aria infilandola subito dentro al copertone…così da averle in una mano. Nell’altra, tiene la ruota con raggi e cerchione…e come una magia di Silvan con i cerchi di metallo, incrocia le mani, fa passare i due oggetti uno dentro l’altro et voilà…la ruota si è montata da sola! Se non è stregoneria questa!!!

2014-11-15 10.30.07

Ma tale magia gli ha consumato troppa energia…ormai spossato, soffre lungo la lunga salita che nessuno conosce.
Il gruppo si sfalda…ognuno prosegue con il suo passo. Ormai è certo che Cinci è posseduto da qualche spirito sovrannaturale, per lui la stanchezza non esiste…scatta, allunga, torna indietro, scatta nuovamente…e per dimostrarci il suo potere sovraumano, ipnotizza davanti a tutti noi una lucertola.

2014-11-15 11.23.09

L’ultimo cimitero è poco lontano. Tutte le stranezze di questa giornata passano in secondo piano appena da Tinjan possiamo ammirare lo spettacolare panorama verso Trieste e Capodistria.

IMG_1375

Pausa merenda accanto alla chiesa ed al gigantesco antennone…
Già, l’antenna di Tinjan…Un enorme emettitore di radiazioni…che siano queste a creare così tante stranezze oggi?

IMG_1379

IMG_1376

Dalla cima apprezziamo prima il panorama verso la Valle del Risano, poi rimaniamo di stucco verso la valle dell’Ospo. 5 bocche spalancate di fronte al lavoro della natura.

IMG_1391

Il Prof, all’improvviso, si sente Leonardo da Vinci (o Archimede Pitagorico?) e propone a Medioman un treppiede per il suo iPhone-macchina-fotografica. Due bici una accanto all’altra, con comoda fessura scrotale offerta da un sellino per incastrare il gioiellino della Apple.
Medioman si sente in dovere di non offendere l’amico, che sorride soddisfatto del lavoro del suo neurone.

20141115_115340

Ma un Tre-piede richiederebbe almeno 3 biciclette… Nel giro di due secondi, il costoso giocattolo prende il volo verso terra…momenti di terrore (un’altra spettrale risata giunge da fondovalle), ma il fango attutisce la caduta. Il Prof dovrà inventarsi qualcosa per riacquistare la fiducia ormai minata dell’amico…

IMG_1382

Inizia la discesa, ma neanche cento metri ed il maleficio colpisce ancora accanendosi sulla pazienza di Medioman…seconda foratura (uah-ha-ha…lugubre monito).

2014-11-15 11.59.27

Cosa potrà ri-normalizzare questa strana giornata?
Come scacciare le malvagie radiazioni?
Come appagare un demoralizzato Medioman?

Una sola parola ha tale potere, e tale parola è …ENDURO!
Bussola, in realtà, ha una sola parola in bocca…BIRRA! Ma tutti sappiamo che ben difficilmente riuscirà a placare la sua sete…sono già le 12.00 ed il tempo stringe.

Il Prof si lancia verso la discesa ed invita tutti a cercare ascetiche single-tracce che si dipartano ai lati dell’ampio sentiero.
Trovate! Inizino le danze esorcistiche…

Si crea un serpentone di MIB festanti, mentre si scorge una mistica scia alle nostre spalle…sarà forse l’aura negativa che ci abbandona?
Come paracadutisti che acquisiscono velocità nell’aere, ci lanciamo verso tracce inesplorate (e senza paracadute…).
Ecco: abbiamo imboccato il SACRO TOBOGA.

Prof e Medioman perdono il contatto con la realtà e nella semi-incoscenza sfruttano la gravità per discendere il canalone scavato dalle acque.
Il resto del gruppo non capisce tale entusiasmo, anche perché il pericolo è reale…
Il Prof, grazie all’istinto di sopravvivenza, esce dallo stato ipnotico e pianta i piedi nella scivolosa terra, ma Medioman lo supera, mistico, in trance, mentre fischia un mantra dei Pink Floyd…ed avviene il MIRACOLO!.
Lo abbiamo visto tutti…come nel film ET, la sua bici sfida le leggi di gravità, lungo quello che sembra la canala scivolosa di un’autobetoniera. Il tempo si ferma…fino a quando Medioman sparisce dalla nostra vista.
Tutto il gruppo si riprende dalla visione…qualcuno inizia a scendere a piedi, ma l’impresa e tutt’altro che facile. Ad ogni appoggio si richia di scivolare.

Appena ricompattati, Medioman è sereno, in pace con se stesso. La giornata è guadagnata!
Felici di essere tutti interi, dobbiamo ora ritrovare un sentiero umano per ridiscendere in gruppo.

2014-11-15 12.36.43

Ci inventiamo una traccia nel bosco ed a breve siamo ad Osp.
Ci aspettano km di asfalto verso Caresana e poi le macchine.
Siamo tutti senza energia…la giornata è stata intensa…tutto sembra tornare alla normalità.

Ma salutando il Cinci mi accorgo che lui stanco non è!

…zin zin zin zin zin zin (musica di Shining)…


Distanza totale: 22.68 km
Altitudine massima: 385 m
Totale salita: 795 m
Total time: 04:05:25
Scarica

Tutte le foto di questa uscita le trovate nel nostro album su Google Foto

Un commento su “Giro dei cimiteri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.