Presnica-Beka-Klanez

23 marzo 2013
 
In questo marcio mondo contaminato dal bitume, ci ritroviamo solo in due: Bussola ed io.

Come al solito siamo complementari, io con male al collo, lui con male alla schiena. Punto di partenza, peccando di originalità, in ciclabile. Lunga tirata fino alla fine della suddetta ad una buona media di 30 Km/h (somma…)
Raggiungiamo Herpelle e iniziamo la salita verso il Taiano che abbandoneremo all’altezza del bivio x Presnica, non per mancanza di volontà, ma perché allettati dal significato intrinseco del nome del paese. Dopo delusione culinaria proseguiamo per piacevole sentiero bollato con scorci molto ampi e visioni bucoliche, arrivando così a Petrinje dove imbocchiamo undivertente single track che ci porta nella valle di Beka e Ocizla. Decidiamo di prenderla larga e con un percorso ad anello  raggiungiamo Klanec dove ci infiliamo nelle sorgenti del Rosandra, posto spettrale dalle rocce nere, guadi da attraversare,silenzio irreale ma sicuramente molto affascinante.
Il sentiero prosegue in salita e alla fine ci riporta in ciclabile ancora in Slovenia dove comincia il ritorno ad una buona media di 58 Km/h (somma…) fino alla macchina x Bussola e a casa x me.

In definitiva bel giro inventato strada facendo per un tot. di 98 Km (somma…), soliti acciacchi fisici ma moralmente con il serbatoio pieno per affrontare il tran tran settimanale. Anche stavolta niente birretta (colpa mia…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.